top of page
  • Immagine del redattoreSara

Il cavallo deve rispettarti!


Quante volte ho sentito ripetere questa frase! E ancora poco tempo fa durante un corso al quale ho partecipato come uditrice. Il relatore è considerato un istruttore e un etologo molto rinomato.

Sin da ragazzina, non ho mai potuto concepire il principio di rispetto applicato al cavallo o al mondo animale in generale.


Perché un cavallo dovrebbe rispettarmi? Non trovo una risposta perché non c'è!


Il concetto di rispetto appartiene soltanto all'essere umano, è culturale, e non si può applicare in modo diretto ai cavalli. I cavalli non conoscono il concetto di rispetto come lo intendiamo noi, quindi non possono agire di conseguenza in base a questo principio. Pensiamo soltanto a come cambia questo concetto nelle diverse culture del mondo. Il cavallo dovrebbe conoscerle tutte?


Richiedere a un cavallo di rispettare una persona non ha alcun senso perché il cavallo non può capisce questo concetto! Siete tutti d'accordo?


Il comportamento dei cavalli è influenzato principalmente dal loro istinto, dall'ambiente in cui vivono, dalle esperienze passate con gli altri cavalli e gli esseri umani con i quali sono entrati in contatto.

Invece di pretendere erroneamente il rispetto dal cavallo, dovremmo incominciare a darne al cavallo e mettere in discussione le nostre azioni e imparare a comprendere il comportamento naturale equino e ad interagire con esso con riguardo e correttezza.


Il nostro ruolo è quello di cercare di sviluppare una relazione basata sulla fiducia grazie alla comprensione e a una comunicazione chiara e precisa. In questo modo soltanto, il cavallo sarà più incline a collaborare con noi e ad eseguire le nostre richieste.


Dominio, controllo, autorità non sono principi da applicare al cavallo ma dobbiamo essere noi educati per educare il cavallo.


Il rispetto è importante, da parte nostra al cavallo soltanto!


E ricordate, i cavalli ci guardano!


Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page